Get Adobe Flash player

Welcome LOGIC

La proposta “Welcome LOGIC” è rivolta agli Allievi della scuola dell’Infanzia e dei primi quattro anni della scuola Primaria.

Con “Welcome LOGIC”, i Docenti della Fascia Prescolare e Primaria che avranno seguito il percorso di certificazione culminante nel titolo “Teacher” sono chiamati direttamente in causa nella promozione di attività di laboratorio a carattere extracurricolare, in grado di ampliare l’offerta formativa attraverso la proposta di specifiche attività afferenti lo sviluppo di prime forme di pensiero procedurale, con l'obiettivo di porre le giuste basi per i futuri apprendimenti nell’ambito del Pensiero Computazionale e del Problem Solving.

L’azione formativa

Il Programma propone agli Insegnanti della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria - fatta esclusione della classe terminale in cui si può puntare a far acquisire la certificazione LOGIC STUDENT - di formulare uno o più progetti sulla scorta delle competenze maturate nel corso della propria formazione; tali progetti potranno riguardare, a seconda del grado di istruzione cui sono riferiti:

 

  • Gli allievi della Scuola dell’Infanzia e Primaria, limitatamente alla classe I (Dagli Script al Bee Bot);
  • Gli Allievi della Scuola Primaria, classe II (Programmazione con Software Bee Bot);
  • Gli Allievi della Scuola Primaria, classe III (Programmazione con DRAPE Livello “Facile”);
  • Gli Allievi della Scuola Primaria, classe IV (Programmazione con DRAPE, Livello “Medio”)

 

I progetti saranno formulati dai Docenti interessati, che li sottoporranno ad AICA per la validazione.

Verifica finale e Attestato Welcome LOGIC

In considerazione della loro giovanissima età, gli esiti finali dell’azione formativa non saranno affidati al conseguimento di una certificazione che richieda il superamento di un apposito esame; AICA rilascerà comunque un “attestato finale”, con il duplice obiettivo di gratificare i giovani Allievi, introducendoli contestualmente nel mondo “adulto” della valutazione degli esiti conseguiti.

Le modalità con cui saranno proposti tali esiti chiameranno ancora una volta direttamente in causa gli Insegnanti: saranno loro, infatti, a formulare, con adeguata consulenza, una prova strutturata al termine dell’azione educativa, elaborata sulla base di uno specifico “Format” proposto da AICA.

La prova sarà sottoposta a validazione prima di essere somministrata agli Allievi.

L’esito complessivo dell’azione, tale da non prevedere ovviamente un giudizio selettivo, costituirà il corpo di una relazione finale che i Docenti responsabili dell’azione condotta invieranno ad AICA al fine del ricevimento degli attestati conclusivi.

Con questa azione, AICA intende promuovere sin dai primi anni di scuola, nei giovanissimi, una cultura informatica “efficace e spendibile”, tale da costituire una solida base per gli apprendimenti futuri e per lo sviluppo di forme di apprendimento permanente basate su una corretta impostazione del Pensiero Logico-Procedurale.