Home » LOGIC 2.0: Che cos'è » LOGIC 2.0: Come si articola

LOGIC 2.0: Come si articola

Una articolazione elaborata per meglio rispondere alle esigenze di formazione e aggiornamento professionale dei Docenti

La struttura della proposta "LOGIC 2.0" è frutto di adeguate riflessioni riguardanti le istanze di formazione e aggiornamento dei suoi Destinatari, ovvero i Docenti della fascia prescolare (Scuola dell'Infanzia), Primaria e Secondaria di I e II Grado (limitatamente al I Biennio).

La proposta "LOGIC 2.0" è articolata in specifiche aree, che consentono al Docente:

  • Lo sviluppo di competenze di base (Area I) e di conoscenze e abilità nell'impiego di specifici ambienti operativi a matrice digitale;
  • Lo sviluppo di conoscenze e abilità (Area II) per un impiego "efficace e consapevole" di specifici ambienti operativi calibrati sui diversi ordini di Scuola interessati, definiti "Ambientio Mediatori".

I contenuti dell'Area I (Competenze di base)

l'Area I è suddivisa in quattro moduli, più precisamente:

  1. I fondamenti epistemologici del metodo costruzionista
  2. Le implicazioni didattiche del "Coding"
  3. Nel cuore del "Coding": da LOGO Berkeley a FMSLOGO - Ambiente LOGO Berkeley
  4. Nel cuore del "Coding": da LOGO Berkeley a FMSLOGO - Ambiente FMSLOGO 

I moduli perseguono l'obiettivo di sviluppare e consolidare nel Docente, indipendentemente dalla disciplina di riferimento, competenze utili alla impostazione di strategie didattiche a matrice costruzionista, procedendo allo stesso tempo all'analisi strutturale degli ambienti posti a fondamento degli odierni ambienti di codifica e programmazione a uso didattico.

I contenuti dell'Area II (Gli "Ambienti Mediatori")

L'area II è a sua volta suddivisa in ulteriori 5 moduli così denominati:

  1. Orientamento, movimento e lateralizzazione: Ambiente Focus on Bee Bot - Bee Bot Editor
  2. Attività di precodifica di una procedura: Ambiente Drape
  3. Codifica in ambienti "a blocchi": Ambiente SNAP! (BYOB - Scratch)
  4. Coding e Robotica: Ambiente Robomind - Programmazione di un robot in linguaggio EV3
  5. Algoritmi e diagrammi di flusso: Ambiente Flowgorithm

Gli ambienti esaminati attengono le diverse età cronologiche interessate all'area dell'Istruzione Primaria e le relative, differenti fasce di età. Gli stessi non sono tuttavia da ascriversi ad un impiego esclusivo nei differenti ordini di Scuola: L'ambiente "Focus on Bee Bot - Bee Bot Editor", per portare un esempio significativo, pur essendo stato concepito per un impiego con Allievi in età compresa fra i 5 e i 7 anni (trasversalmente, quindi, nella Scuola dell'Infanzia e nei primi due anni della Scuola Primaria), può essere utilizzato con efficacia anche al fine di sviluppare in Allievi di maggiore età adeguati prerequisiti per un corretto sviluppo di forme di "Pensiero Procedurale", costituente la base dei processi di codifica a carattere logico-computazionale.

Ciò che lega i diversi ambienti esaminati è l'approccio di tipo "Costruzionista", caratterizzato da un sapere "costruito e scoperto" e non trasmesso, dal concetto di "errore" come fonte di nuovi apprendimenti e da un diverso rapporto Docente-Allievo (entrambi protagonisti, sia pure con ruoli diversi, del processo di apprendimento). 

Ciascun modulo è accompagnato da un programmma (Syllabus) costituito dai repertori di conoscenze e abilità che il percorso di formazione intende sviluppare e consolidare nel Docente.